Presentazione

Regolamento

Didattica

I docenti

 

 

Presentazione

Il corso ad indirizzo musicale prevede l'insegnamento curriculare di 4 specialità strumentali. Nel nostro istituto sono attivi gli insegnamenti dei seguenti strumenti: Violino, Corno, Pianoforte, Flauto traverso.
Questo abbinamento coniuga la grande tradizione musicale che ciascuno di questi strumenti rappresenta nel corso della storia della musica con la possibilità di eseguire molti tipi di repertori dal classico al moderno grazie all'ottimo mix sonoro che ne deriva.
La nostra orchestra si è distinta in questi anni per la capacità di affrontare con ottimi risultati di pubblico e di critica, repertori di particolare fascino in molte occasioni della vita musicale cittadina.

Struttura del corso

Il corso è strutturato in 3 ore per alunno divise su due rientri pomeridiani alla settimana e più precisamente: primo rientro: 1 ora di lezione individuale;  secondo rientro  2 ore di attività musicale d'insieme (teoria e lettura musicale, musica d'insieme per famiglie strumentali e trasversalmente tra le classi) e orchestra.
Il monte ore settimanale per ciascun alunno iscritto al corso musicale è così di 33 ore settimanali.
Il corso è totalmente gratuito  fatte salve le eventuali spese per l'acquisto dei libri di testo e degli strumenti musicali anche se la scuola ha a disposizione alcuni strumenti per il prestito.
Le iscrizioni coincidono con la tempistica di quella generale per l'istituto comprensivo. Sul modello ci sarà una sezione apposita per il musicale da compilare.

Ammissioni

L'ammissione al corso avviene previa prova attitudinale. Questa prova non è un esame e non è richiesta da parte degli alunni nessuna preparazione specifica. Durante il colloquio i docenti verificheranno le attitudini strumentali degli alunni e procederanno successivamente alla assegnazione dello strumento.
Il corso è formato da 24 alunni divisi equamente tra i quattro strumenti.

Torna su

 

Regolamento

L’insegnamento dello strumento musicale si configura come specifica offerta formativa della scuola e non va confuso con le attività di laboratorio, né con le extracurricolari.

Per accedere ai corsi di strumento della secondaria di primo grado è necessario farne esplicita richiesta al momento dell’iscrizione.

  1. l’insegnamento, dopo l'accettazione da parte dei genitori del risultato della prova attitudinale e della relativa assegnazione dello strumento (per iscritto su apposito modulo) è obbligatorio. Non è consentito in alcun modo ritirarsi dal corso  poiché la materia  entra a far parte integrante del curricolo dell'alunno.
  2. L’insegnamento dello strumento si configura come l’insegnamento di una qualsiasi altra materia e pertanto concorre alla valutazione: “L'insegnante di strumento musicale, in sede di valutazione periodica e finale, esprime un giudizio analitico sul livello di apprendimento raggiunto da ciascun alunno al fine della valutazione globale che il consiglio di classe formula” (art.7 DM 201/99)La disciplina viene valutata come le altre, con voti espressi in decimi.
  3. La competenza viene espressa anche in sede di esame di licenza media, quando l’allievo è chiamato ad esibirsi col proprio strumento, nonché a dar prova delle sue conoscenze teoriche. In sede di esame di licenza viene verificata, nell'ambito del previsto colloquio pluridisciplinare, anche la competenza musicale raggiunta al termine del triennio sia sul versante della pratica esecutiva, individuale e/o d'insieme, sia su quello teorico” (art.8 DM 201/99).
  4. Gli allievi iscritti al corso di strumento hanno un incremento orario di lezione di 3 ore settimanali pomeridiane. Gli studenti partecipanti possono accedere al servizio mensa del comune.
  5. Per accedere ai corsi, gli allievi che optano per l’indirizzo musicale sono chiamati ad affrontare una semplice prova attitudinale, utile per la formazione di una graduatoria prioritaria, e anche nel caso le richieste di iscrizione fossero superiori ai posti disponibili.
  6. Il test attitudinale può essere affrontato anche da coloro che non posseggono specifiche competenze musicali. In totale, ogni anno, vengono ammessi 24 allievi, ripartiti sulle 4 classi di strumento.

Le competenze acquisite nella scuola ad indirizzo musicale sono spendibili per il proseguimento degli studi musicali (liceo musicale, conservatorio..) e per la partecipazione alla vita culturale, in gruppi musicali, associazioni artistiche e quant’altro viene offerto dal territorio.

 

Didattica

Il corso è strutturato su due fasi dello studio strumentale: la lezione individuale e quella di musica d'insieme-orchestra. Durante l'ora di lezione individuale gli alunni affronteranno la tecnica di base dello strumento e lo studio del repertorio con esercizi e programmi personalizzati per ogni alunno in base ai progressi raggiunti. Quest'ora avrà come scopo anche la preparazione del repertorio orchestrale con approfondimento delle parti d'orchestra. 

Il corso musicale prevede che due ore (sulle 3 complessive settimanali) vengano dedicate all'apprendimento della lettura musicale parlata e cantata  e della teoria.
Le esercitazioni si svolgono sul gruppo classe e prevedono l'adozioni di libri di testo specifici.
E' previsto inoltre l'uso  della dotazione multimediale della classe (lavagne interattive) per la videoscrittura musicale e per l'ascolto.
Riteniamo queste lezioni di fondamentale importanza all'interno del corso ad indirizzo musicale in quanto una buona lettura musicale permette progressi più stabili e veloci anche nella tecnica prettamente strumentale.

 

Orchestra

 

 

L'attività d'orchestra e di musica d'insieme rappresenta un aspetto fondamentale del corso ad indirizzo musicale.
Suonare insieme significa vivere non solo momenti di grande emozione ma anche di intenso lavoro. L'aspetto altamente educativo di questa attività risiede nello sviluppo di abilità di coordinazione sensoriale derivate da quella tecnica che  chiamiamo "ascolto pertecipativo" ossia ascoltare gli altri e nello stesso tempo coordinarsi con loro per suonare la propria parte in maniera che essa abbia senso collettivo. Ascoltare significa anche rispettare, capire, comprendere punti di vista diversi, sapersi mettere in gioco per gli altri e con gli altri.

Questa abilità non è scontata e coinvolge una quantità di meccanismi a livello sensoriale e neurologico permettendo uno sviluppo cerebrale unico che solo la musica può realizzare.
L'orchestra dell'istituto affronta repertori variegati nel genere e nelle epoche riuscendo, grazie sopratutto alla calibrata scelta degli strumenti, a suonare anche partiture particolarmente ardite come musiche da film e brani classici.

Parallelamente l'attività di musica d'insieme assume una grande importanza all'interno del corso e può essere svolta sia per classi strumentali che in maniera trasversale  tra le classi per la realizzazione dei saggi di fine anno e anche in vista della preparazione di concorsi a cui i nostri allievi partecipano annualmente.

L'orchestra "In Crescendo" dell'Istituto Comprensivo Masaccio

L'orchestra dell'istituto ha all'attivo numerosi concerti  e performance nell'ambito cittadino. Negli anni appena trascorsi si è distinta in concerti presso le sedi più prestigiose della città, quali Palazzo Vecchio (salone dei Cinquecento), Teatro Comunale di Firenze, Teatro Verdi. La stretta collaborazione della scuola con l'ospedale Mayer ha portato inoltre i nostri alunni a suonare spesso in concerti dedicati ai bambini dell'ospedale. Il repertorio dell'orchestra spazia dai brani più classici a quelli della musica da film dei giorni nostri. L'orchestra ha ottenuto anche buoni apprezzamenti di pubblico e di critica per le performances realizzate nelle rassegne dedicate alle orchestre delle scuole medie.

Torna su

I docenti

 

Violino

Corno

Pianoforte

Flauto